lunedì 31 marzo 2008

Ricorso per il Parco


L'autodromo di Monza occupa una porzione rilevante del Parco Reale

Se oggi qualcuno se ne uscisse con la brillante idea di costruire un autodromo in un parco storico, che so, nel Circeo piuttosto che nell'Uccellina, penso che nessuno lo salverebbe da un coro di insulti.

Purtroppo non fu così negli anni venti del secolo scorso.
Il mito dell'automobile e della velocità, esaltati dal futurismo, l'esistenza di spazi verdi ancora sconfinati anche vicino alle grandi città, l'abbandono del Parco di Monza dopo l'uccisione di Umberto I, la dittatura fascista non ultima, tutti questi fattori hanno permesso lo scempio della costruzione di un autodromo nel Parco Reale di Monza.

Bene, oggi però ci si aspetta che la diffusa sensibilità ambientale spinga gli amministratori perlomeno ad affrontare, ed a cercare di diminuire l'impatto che questo autodromo porta al Parco. E non si può negare che qualche risultato sia stato raggiunto, negli ultimi venti anni, soprattutto grazie all'azione continua e tenace di tutti coloro che hanno a cuore il Parco Reale. Basti ricordare le forti proteste del 1994, quando di fronte alla minaccia del taglio di migliaia di alberi l'opinione pubblica locale e nazionale si mobilitarono, ottenendo significativi miglioramenti ed investimenti nel Parco.

Oggi invece siamo di fronte ad una amministrazione che vuole tornare indietro di un secolo.
Hanno avuto il coraggio di proporre e firmare una concessione alla società che gestisce l'autodromo (SIAS) della durata di 19 anni 19, ad un canone di locazione ridicolo, senza neanche chiedere che venissero portati a compimento gli impegni presi da SIAS con la concessione precedente, durata ben dieci anni.

Ed è proprio uno di questi impegni non attuati che costituisce uno dei principali punti di forza dei ricorsi che le associazioni ambientaliste (Italia Nostra, Legambiente, WWF e Comitato per il Parco) hanno appena presentato. Trovi il comunicato stampa qui.

Si tratta dell'abbattimento parziale delle vecchie sopraelevate, un ecomostro di cui ho ampiamente scritto qui.

La concessione, infatti, non tiene minimamente conto dei moltissimi impegni presi al riguardo, visto che il parziale abbattimento è previsto in numerosi documenti ufficiali, e soprattutto nel Piano Territoriale di Coordinamento del Parco della Valle del Lambro, al cui interno ricade interamente il Parco Reale di Monza.
La cosa ridicola è che la concessione non solo non chiede al concessionario di attuare il parziale abbattimento, già previsto nella concessione precedente. Chiede invece il loro restauro. Andando completamente in contrasto con lo strumento urbanistico di cui sopra.

Diversi altri sono i punti dolenti sui quali è stato presentato ricorso da parte delle associazioni ambientaliste. Ne scrive l'ottimo Franco Isman su Arengario.net.
Condivido con lui le conclusioni: questi ricorsi sono una azione di difesa, indispensabile. Ma se vogliamo che il Parco e la Villa Reale ritornino ad essere una grande risorsa ambientale, allora bisogna agire in positivo per il loro rilancio.

E raccogliere l'invocazione del Presidente del FAI di cui ho appena scritto.

Intanto pensiamo a vincere il ricorso, e tanto che ci siamo le elezioni ;-)
Gimmi

Senti chi parla



Non è più tempo di sogni. Basta condoni, ora lotta all'evasione.

Prova a indovinare chi l'ha detto
E' alla frutta!

Gimmi

sabato 29 marzo 2008

Villa Reale


La facciata sul retro della Villa Reale. La più bella, secondo me.

Sono perfettamente d'accordo.
Ne ho scritto anche qui.

A presto
Gimmi

venerdì 28 marzo 2008

giovedì 27 marzo 2008

Una segreteria giovane


La nuova segreteria ed i candidati monzesi al parlamento (grazie Monza la città)

Continua la costruzione del nuovo Partito Democratico a Monza. Dopo le primarie del 14 ottobre 2007, l'elezione dei 6 circoli di Monza, l'elezione del nostro ottimo segretario cittadino, questi a sua volta ha nominato la sua prima segreteria.
Come puoi vedere, gente sveglia ed in gamba. Li aspetta un compito faticoso, a partire dalla campagna elettorale in corso, ma sono sicuro che se la caveranno ottimamente.
Per approfondire, trovi qui l'articolo di Simona Elli su Monza la città.

Buon lavoro
Gimmi

martedì 25 marzo 2008

Candidati

3312243121, la linea dedicata agli indecisi

Bene, immagino che avrai sentito delle candidature eccellenti, buone e cattive, nelle liste per le prossime elezioni: lascio queste informazioni ai grandi giornali.

Ti voglio parlare invece delle candidature di due monzesi che conosco.
Sono quelle di Giuseppe "Pippo" Civati e Lucia Prina. Entrambi candidati alla Camera in Lombardia per il Partito Democratico.

Lo so, non possiamo indicare preferenze, e di questo non finirò mai di coprire di insulti gli autori di questa legge elettorale scellerata. Ma fa comunque piacere la consapevolezza che votando per la lista del PD si votano anche loro.

Per Pippo lascio parlare il suo Blog, che come avrai già notato è spesso centro propulsore di molte iniziative a cui volentieri aderisco. Come puoi notare dall'immagine qui sopra, è stato così matto da rendere pubblico il suo numero di cellulare: chiamalo, se sei indeciso, o indecisa.

Di Lucia ti posso dire che è stata responsabile del gruppo gioani dell'Associazione Monza per l'Ulivo ed ha responsabilità in una associazione che mi è cara, l'AGESCI (Scout cattolici).
Penso sarebbe veramente bello se potessero mettere piede alla Camera, a rappresentarci.

Pensaci
Gimmi


PS: Puoi leggere qui un riepilogo delle altre candidature brianzole. Non ci sono paragoni.

sabato 22 marzo 2008

Per una Pasqua di pace


Bene, ora fermiamoci un attimo, allarghiamo la nostra visione dalle vicende italiane, per ricordarci dei tanti paesi che non stanno discutendo di chi sarà il premier o di quante tasse pagheremo, ma di cose ben più gravi come restare vivi, restare liberi.

Palestina, Tibet, Iraq, Darfur sono tra i più noti ma purtroppo i paesi dove c'è guerra sono tanti.
Possiamo contribuire, nel nostro piccolo, con la nostra azione politica ed economica per alleviare, assistere e prevenire.

Ad ognuno la scelta di come fare.

Buona Pasqua
Gimmi

venerdì 21 marzo 2008

Anche lui ci mette la faccia


Ieri ad Asti c'era Giorgio Faletti, tra i tanti che hanno accolto Uolter.
Lo puoi vedere qui.
E pochi giorni fa a Torino c'era Renzo Arbore. Il filmato qui.
Cosa aspetti? E' la tua che voglio, di faccia... Leggi qui.

Il signor B. invece non lo accoglie nessuno, perchè non sta girando l'Italia: evidentemente pensa di avere già vinto. E di comprarsi anche Alitalia, con i soldi nostri.

Fermiamolo
Gimmi

giovedì 20 marzo 2008

Storia urbanistica monzese: il centro commerciale


Giampietro Mosca, Clara Puppo, Michele Faglia

Il nostro ottimo Pavel Romanoff prosegue nella sua Breve storia dell'urbanistica monzese, su Arengario.net, arrivata all'ottava puntata.

Siamo ormai molto vicini all'oggi, e le vicende illustrate sono quelle che hanno determinato le ultime vicende politiche di Monza. Perchè da noi l'urbanistica ha sempre avuto grande importanza nelle sorti dei sindaci e delle loro maggioranze. Non per niente ho voluto illustrare questo articolo con la foto di tre persone, che sono state protagoniste di quella stagione.

Puoi leggere l'articolo qui.

Grazie, Pavel, continua così
Gimmi

martedì 18 marzo 2008

Su i salari, giù gli stipendi dei parlamentari








Facciamolo.
Ma veramente!!!

Ogni giorno nuovi filmati su Democratica TV.
Anche quelli che puoi inviare tu

domenica 16 marzo 2008

Chi progetterà la variante al PGT?


Studi per il nuovo PGT 2007: uso del suolo

Leggo nel recente comunicato stampa dell'Opposizione (Partito Democratico, Città Persone – Lista Faglia, la Sinistra l’ Arcobaleno) in Consiglio Comunale a Monza sul bilancio:
Nulla per la casa, per il sociale, per i giovani, per gli anziani, per un effettivo aiuto concreto alle famiglie, ma in compenso viene stanziata la considerevole somma di 700.000 € per pagare profumatamente una serie di consulenze per la Variante al Piano di Governo del Territorio. Si pensi che per ideare, strutturare, valutare le osservazioni e definire il PGT in tutta la sua completezza sono bastati 170.000 €.
Perchè una somma così ingente per una semplice variante?
Aggiungo che negli anni novanta l'architetto Benevolo ebbe un compenso molto inferiore, per il nuovo Piano regolatore poi adottato nel 1997.

Eppure il grosso del lavoro dovrebbe essere già fatto... Certo, il dirigente che ha seguito il precedente Piano di Governo del Territorio è stato spinto ad andare in pensione :-( ma questo fa pensare che si voglia fare un vero e proprio nuovo PGT, e perdipiù lo si voglia fare fuori dagli uffici comunali, che ormai hanno grande esperienza nella redazione degli strumenti urbanistici.

Chi verrà incaricato della variante?
E quali garanzie darà di essere aldisopra delle parti?

Occhi aperti
Gimmi

Urbanistica contro la mafia 2


Bagheria (PA)

In febbraio ho scritto della vicenda di Marina Marino, urbanista nel comune di Bagheria, che ha avuto il coraggio di denunciare pubblicamente un atto che favorisce le famiglie mafiose locali.

Ora Marina mi ha scritto per ringraziare della solidarietà, e dice tra l'altro:

[...] L’esperienza civile e professionale che ho scelto di condurre in questi ultimi anni, al servizio di una comunità locale inserita storicamente in un territorio a forte infiltrazione mafiosa, è stata formidabile e durissima. Il mio non è un mestiere e non è stata una missione ma soltanto un contributo alla costruzione di un contesto sociale migliore e più giusto.
Mi occupo di urbanistica, di diffusione di regole comuni e di affermazione di legalità nel territorio nel quale vivo e lavoro: lo faccio in questi ultimi anni da un osservatorio privilegiato che è quello della Pubblica Amministrazione, da una posizione che mi pone al servizio oltre che della collettività e dei cittadini, anche della politica.
E’ stato difficile ed appassionante al tempo stesso, un percorso mai solitario ma invece denso di condivisione e speranza: vi vedo sorridere e quasi compatirmi ma davvero un inguaribile senso del futuro e passione silente per un progetto di comunità migliore, mi ha sempre guidato e fatto incontrare tantissimi compagni di ventura.
E’ in nome di questo progetto comune che non ho potuto accettare l’esito di una delle tante vicende che mi è capitato di vivere nel corso del mio lavoro, nella quale si è trattato di riconoscere l’inadeguatezza del contesto politico, non solo locale, innanzi alla mafia e la difficoltà di intervenire con la propria responsabilità e decisione laddove la legge non sostituisce il ruolo della politica.
In urbanistica la mafia non è una discriminante riconosciuta formalmente ma più in generale, ancora, il territorio è luogo di conquista che non conosce e accetta ostacoli.
Devo prendere atto che nella mia realtà di lavoro, io sono diventata il problema, e non invece la questione che ho sollevato. Voi, con la solidarietà e la vostra presenza vigile, siete una sfida inaccettabile; l’opprimente silenzio della politica, impegnata a discutere di sé stessa senza offrire alcuna significativa attenzione a ciò che avviene nel territorio, è - purtroppo - la misura della qualità del tempo che stiamo vivendo.
Non si può mollare, né dinnanzi alle ostilità manifestate né a fronte dell’amarezza che assale per l’incertezza degli esiti.
Rimaniamo vicini.

Non mollare. Certo che rimaniamo vicini.
Leggo sul sito del Comune di Bagheria che sei stata nominata Referente per la Legalità del Comune. In bocca al lupo per il nuovo incarico.

Tienici informati, Marina.
Gimmi

sabato 15 marzo 2008

Cronaca di una festa


Bandiere democratiche sventolano di fronte alla Villa Reale

Ho sempre avuto grande passione per la fotografia.
Quindi non sono riuscito ad evitare, oggi, di andare in Villa Reale armato: ecco il risultato.
Puoi fare click sulle foto per ingrandirle.


Arrivo in bicicletta, naturalmente, e colpisce il numero di biciclette parcheggiate ovunque.


Il popolo democratico ha usato le due ruote in modo intensivo per una prima scampagnata primaverile. I cani democratici si rassegnano ad attendere.


Uolter parte serio, parla, con mio grande piacere, della Villa Reale e della necessità di valorizzarla.


Non esita a prendersi in giro, citando Crozza: lo dico molto pacatamente...


I democratici, di tutte le età, ascoltano, commentano, applaudono...


Uolter non cita neanche una volta quello lì.
Abbiamo altri contenuti, più importanti, di cui discutere.


Alla fine l'applauso, un saluto caloroso. Ce la possiamo fare.


Mentre giornalisti e curiosi si affollano intorno a Uolter che si dirige verso il pullman, salgo sul palco e mi metto al suo posto. Tanto per capire cosa si prova.
Mai vista così tanta gente a Monza per un comizio politico.

Qui la cronaca dell'evento su Monza la città
Qui la cronaca sul sito del Partito Democratico di Monza e Brianza

Intanto, a Bari, un'altra manifestazione molto importante.

E' stato bello, continuiamo così
Gimmi

venerdì 14 marzo 2008

Sto con Obama, Veltroni è un amico


George Clooney, dopotutto, passa molto del suo tempo in Italia.

Oggi dichiara: "Sto con Obama [...] Spero che dopo tanti errori il mio Paese ripari [...] L'Italia? E' casa mia. E Veltroni è un vero amico" (Il Venerdì, 14 marzo 2008).
Mi sono sentito, allora, di arruolarlo. Spero mi perdonerà.

Cosa aspetti? Invia la tua foto, leggi qui.
Gimmi

giovedì 13 marzo 2008

Marco Lamperti ci mette la faccia


Marco Lamperti, consigliere Circoscrizione 2 lista civica Faglia
Il suo Blog qui.

Grazie Marco.

Ora aspettiamo la tua di foto: leggi qui.
Gimmi

mercoledì 12 marzo 2008

tutti in bici da Uolter


I Democratici di Lissone si organizzano per arrivare in bicicletta, sabato 15 marzo da Uolter.
L'intenzione è quella di mobilitare più persone possibili (i famosi 5 amici da coinvolgere...) e di fare una cosa simpatica.

Li aspettiamo!
Gimmi

martedì 11 marzo 2008

Un altro che ci mette la faccia


Un altro che ci mette la faccia.
Sergio Civati, consigliere comunale, Partito Democratico di Monza.

Se vuoi partecipare leggi qui.

Aspetto la tua foto!
Gimmi

lunedì 10 marzo 2008

domenica 9 marzo 2008

Cascinazza in vendita?



L'area della Cascinazza completamente allagata durante l'alluvione dell'autunno 2002


Si torna a parlare di una possibile vendita dell'area della Cascinazza. O meglio della società Istedin che la possiede.

Capitò già, l'anno scorso, proprio nel periodo decisivo per l'approvazione definitiva del nuovo Piano di Governo del Territorio di Monza. Il possibile acquirente allora era Giambelli, ma poi non se ne fece più nulla, tanto che l'annuncio della vendita mi apparve come una pura manovra di propaganda.

Ora si è fatta avanti un'altra cordata di società immobiliari. Leggo sulla stampa che si tratta della Brioschi sviluppo immobiliare, del gruppo Bastogi guidato da Matteo Cabassi, insieme ad Axioma e Lenta Ginestra. Queste società sono impegnate anche in altre operazioni immobiliari nella nostra città. Ne parla in dettaglio e con competenza Alfredo Viganò su Arengario, quindi mi limito a sottolineare che:
  • Il prezzo di acquisto sembra essere molto superiore alle potenzialità edificatorie dell'area, perlomeno come sono state definite dal nuovo PGT, che la definisce in gran parte come agricola. Quali sono le aspettative degli acquirenti?
  • E' evidente che le decisioni che prenderà l'assessore Romani nella annunciata variante al PGT avranno grandi ripercussioni sul valore dell'area. Cosa dobbiamo aspettarci? Perchè Romani mantiene il silenzio?
  • In ogni caso, un eventuale aumento dell'edificabilità sull'area deve esssere sottoposta a serie verifiche idrogeologiche. Come è noto l'area non è più vincolata dal Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) solo grazie al progetto di un incredibile canale scolmatore che dal Parco aggirerebbe tutta Monza per poi riversare le acue nel Lambro, in modo che possano allegramente inondare SestoSan Giovanni e Cologno Monzese.
    Ma come è possibile vedere nella foto all'inizio di questo articolo, l'area si allaga, eccome, ed il canale non lo costruirà mai nessuno, costa 168 milioni di Euro.
  • Inoltre, sull'area va studiato il Parco agricolo, in connessione con il Parco del Medio Lambro.
  • Infine le aree agricole sono vincolate anche dal Piano Territoriale della Provincia di Milano. Per renderle edificabili necessario modificarlo oppure fare un altro emendamento "appositamente per Monza" alla legge urbanistica regionale.
Come è già successo, il destino della Cascinazza non è più isolato. Se l'acquisto va in porto, si lega in modo sempre più stretto a quello delle altre, poche, aree verdi rimaste a Monza, quello che una volta chiamavamo Parco di Cintura.

Non si tratta solo di difendere il verde, ma di evitare che Monza diventi periferia indifferenziata di Milano, un grande quartiere dormitorio di lusso, dominato dalla speculazione immobiliare, congestionato dal traffico.

E' questo che vogliamo?
Gimmi

sabato 8 marzo 2008

Mettiamoci la faccia


Il Partito Democratico siamo noi.

Da un'idea di Pippo Civati
Se anche tu vuoi metterci la faccia, mandami la foto.
Perchè, dopotutto, il Partito Democratico siamo noi. lo abbiamo costruito con le Primarie e lo sosteniamo dal basso, senza i capitali del Cavaliere.

Un bel primo piano, tagliato sulla fronte e sul mento. Se sai come fare, 296x220 pixel, così si incastra perfetta.
Qui trovi i manifesti con lo slogan sul quale applicarla, scegli quello che preferisci e mandalo insieme alla foto.
Oppure, con un po' di bravura puoi creare il tuo slogan personalizzando il manifesto. A quel punto la foto la puoi applicare direttamente.

Ti aspetto
Gimmi

venerdì 7 marzo 2008

Primo rapporto ai cittadini



Sono trascorsi nove mesi dall’insediamento dell’Amministrazione Mariani, è giunto il momento per l'opposizione di rendere conto alla città del lavoro svolto.
Nello stesso modo in cui faceva quando era al governo.

Da notare che invece la maggioranza di centrodestra gli incontri periodici con i cittadini li ha annullati.

L'incontro, battezzato PRIMO RAPPORTO AI CITTADINI, si terrà:

MARTEDI 11 MARZO 2008 ORE 20.45
all’Auditorium di BINARIO 7 via Turati , Monza

Buon incontro
Gimmi

giovedì 6 marzo 2008

Ambiente e programmi


Il mio manifesto preferito

Bene, in queste elezioni si va profilando una discussione sull'ambiente che è molto chiara.

Da una parte c'è chi propone l'innovazione, le energie alternative ed un futuro sostenibile. Il Partito Democratico, la Sinistra Arcobaleno.
Dall'altra c'è chi propone di tornare a costruire centrali nucleari.

Fai un po' te...
Gimmi

mercoledì 5 marzo 2008

Cominciamo a crederci!




Pochi giorni fa Uolter ha detto che sta cominciando a crederci.
A cosa? A vincere le elezioni, naturalmente.

Certo, i sondaggi sono una brutta cosa. Hanno grandi margini di errore, come ormai diverse elezioni hanno dimostrato, e soprattutto non tengono conto dei moltissimi indecisi, per non parlare dell'uso spregiudicato che il Cavaliere ne ha fatto in passato, citando risultati di sondaggi solo a lui noti, per sfruttare l'effetto della cosiddetta profezia che si auto-avvera.
Basti dire che i suoi sondaggisti, come Pilo e Crespi sono durati una sola stagione.

Detto tutto questo, i sondaggi perlomeno segnalano una tendenza, se si confrontano i diversi risultati al passare del tempo. Le variazioni, infatti, sono dovute in gran parte allo schierarsi degli indecisi, che molti affermano essere ancora intorno al 30%.

Bene, c'è qualcuno che ha provato a fare questo lavoro.
Il termometro politico ha pubblicato i risultati di molti sondaggi dall'inizio di quest'anno al 2 marzo, ed ha calcolato la tendenza a partire dalla preferenza degli elettori per il candidato premier.
Il risultato è molto interessante. Se si continua così, alla fine di marzo il sorpasso tra Uolter ed il Cavalieri potrebbe essere avvenuto.
Altrettanto interessante il brusco calo della differenza tra le due coalizioni (PD e PdL). Dal 15 ad un massimo del 17 in occasione della caduta del governo, si è poi scesi al 7 attuale. Certo, nelle ultime settimane il dato sembra stabilizzarsi, ma basta ancora una spintarella...

Un altra immagini interessante: sondaggio di Renato Mannheimer per il Corriere della Sera dedicato ai giovanissimi al primo voto o quasi (18-20 anni). Direi che andiamo molto bene anche qui.



Se va avanti così... ;-))
Gimmi

martedì 4 marzo 2008

Abbiamo fermato il Formigoni!


La manifestazione davanti alla Regione Lombardia contro l'emendamento ammazzaparchi. Grazie Giorgio per la foto.

La catena dei Blog e la mobilitazione degli ambientalisti hanno funzionato.

L'assessore regionale leghista Boni oggi ha ritirato l'emendamento ammazzaparchi.
La mobilitazione dei Blog e di tante persone ha ottenuto il risultato!

Visto che Formigoni sembra intenzionato ad andarsene a Roma, spero non ci sia più occasione di far passare altre manovre sulla legge urbanistica e sui parchi.

Noi a Monza ne abbiamo visti fin troppi di questi emendamenti "ad hoc".
Basti pensare a quello che ci ha impedito di avere il Piano Regolatore approvato già nel 2005, ed a quello che ha ampliato i tempi di esame delle osservazioni sul nuovo Piano del Territorio, permettendo non poche modifiche prima dell'approvazione definitiva.

Grazie ai 66 che si sono incatenati! Eccoli tutti qui di seguito:

Pippo Civati, Marcello Saponaro, Leonardo Fiorentini, Lele Rozza, Carlo Monguzzi, Chiara Drago, Viva Monza più verde (Gimmi Perego), Rino Pruiti, Dalmen, Pino Timpani, Sprechi Lombardi, Mario Agostinelli, Ecoprogetti, Verdi Treviglio, Alessandro Ronchi, PD Carate Brianza, Marco Lamperti, Sabrina Blog Space, Parchi Vimercatese, Valle della Nava, no! no! no! e no!, I giardini pensili hanno fatto il loro tempo, Frammenti di storia di una scuola, Rigeneriamoci, Yogasutra, Verdi Buccinasco, Buccinasco.net, Traffic Kills, Dinamo Pigrese, Michele Sacerdoti, Bressana nel 21° Secolo., Fabio Turel, Stefano Costa, Gigi Malerba, Uno e nessuno, Le foto di Marina, Solza e Isola bergamasca, Agorà di cloro, Roberto Rampi, http://www.sbarrax.it/freelabs/index.php/2008/02/27/meme-anti-attila/, Andthink, Raser, Andrea Gaiardelli, El Giramundo, Letizia Palmisano, Questo non è un titolo, Franco Gatti, Vivere e morire a Como, Coordinamento comitati contro l’autostrada Broni - Mortara, Grigio Como, EcoAppunti on line, Rete Gas I fontanili, Legambiente Pavia, Legambiente Voghera, Il Vimercatese, Là dove c’era l’erba (per il momento), Ruotegrasse, Network Games, PD Circolo Barak Obama, Vas Lombardia, Chiama la Sinistra, Infonodo, Vivere Cernusco, IlKuda, Il Blog di Alessio, Love is a virus

Alla prossima
Gimmi

sabato 1 marzo 2008

Fermiamo il Formigoni 2!



Cresce l'appello del comandante Saponaro.
Ripubblico un articolo per aggiornare la lista degli (in)catena(ti).
Vai subito a firmare la petizione, di cui ti ho già scritto qui.

La mia invocazione è: Fermiamo il Formigoni, la Faccia Finita Finchè Finalmente Faccia Fuga!
Che se ne vada a Roma e ci lasci i nostri Parchi...

Istruzioni
Ogni blog (in)catena(to) dovrà contenere:
1) un’invocazione, per esempio, “Roberto, a Roma vacci pure ma senza ammazzare i parchi prima
2) il tagsalva+parchi” (per chi li può inserire)
3) un link, quello alla petizione già lanciata dall’Associazione per il Parco Sud di Milano che già conta 3736 adesioni. Molte ma dovranno essere moltissime
4) e poi, infine, tutti gli anelli precedenti della catena:

Pippo Civati, Marcello Saponaro, Leonardo Fiorentini, Lele Rozza, Carlo Monguzzi, Chiara Drago, Viva Monza più verde (Gimmi Perego), Rino Pruiti, Dalmen, Pino Timpani, Sprechi Lombardi, Mario Agostinelli, Ecoprogetti, Verdi Treviglio, Alessandro Ronchi, PD Carate Brianza, Marco Lamperti, Sabrina Blog Space, Parchi Vimercatese, Valle della Nava, no! no! no! e no!, I giardini pensili hanno fatto il loro tempo, Frammenti di storia di una scuola, Rigeneriamoci, Yogasutra, Verdi Buccinasco, Buccinasco.net, Traffic Kills, Dinamo Pigrese, Michele Sacerdoti, Bressana nel 21° Secolo., Fabio Turel, Stefano Costa, Gigi Malerba, Uno e nessuno, Le foto di Marina, Solza e Isola bergamasca, Agorà di cloro, Roberto Rampi, Freelabs @ sbarrax.it, Andthink, Raser, Andrea Gaiardelli, El Giramundo, Letizia Palmisano, Questo non è un titolo, Franco Gatti, Vivere e morire a Como, Coordinamento comitati contro l’autostrada Broni - Mortara, Grigio Como, EcoAppunti on line, Rete Gas I fontanili, Legambiente Pavia, Legambiente Voghera, Il Vimercatese, Là dove c’era l’erba (per il momento), Ruotegrasse, Network Games, PD Circolo Barak Obama, Vas Lombardia, Chiama la Sinistra, Infonodo, Vivere Cernusco, IlKuda


Incatenati anche tu. Siamo già 64.
Gimmi