martedì 29 aprile 2008

Benvenuto: un Blog sul Parco di Monza



Gli ottimi Matteo Barattieri e Alberto Confalonieri, insieme ad altri collaboratori hanno aperto un Blog dedicato al Parco di Monza.

Bene, complimenti, benvenuti nella blogosfera!

Trovi il nuovo Blog all'indirizzo:
http://traccedinaturanelparcodimonza.blogspot.com/

Nella presentazione del Blog gli autori scrivono:
Il blog si struttura su due parti principali. Da un lato, una sorta di diario che via via riporterà osservazioni, notizie, articoli a tema…. Dall’altro lato, un archivio che conterrà approfondimenti su temi vari: dall’elenco delle specie di uccelli che abitano il Parco ad una bibliografia specifica, dagli atti di convegni dedicati a problematiche relative ai boschi del polmone verde monzese a panoramiche sulla rete idrografica. Gli autori del blog si occupano da tempo con passione e – perché no? – con competenza di questo luogo, e hanno raccolto nel tempo dati, osservazioni, appunti, che potranno interessare non solo gli addetti ai lavori, ma quanti semplici frequentatori dell’area protetta monzese
L'ho già aggiunto al mio elenco di feed RSS per vedere subito i nuovi articoli.

Un grande augurio di buon lavoro ai nuovi blogger
Gimmi

domenica 27 aprile 2008

Manifestazione in bici il 17 maggio



L'associazione Monza in bici, alla quale mi onoro di appartenere, organizza per sabato 17 maggio alle 10.00 una manifestazione/presidio in via Monte Cervino angolo Monte Bianco.

Il luogo è simbolico: lì la nuova amministrazione ha cancellato la prima pista ciclabile realizzata dall'amministrazione precedente. La pista in questione poteva anche essere progettata male, e fortunatamente negli scorsi anni ne sono state realizzate altre, ma la questione è quali risorse questa amministrazione vuole impegnare per proseguire nella messa in sicurezza delle nostre strade e nel sostegno della mobilità sostenibile. Perché di piste ciclabili a Monza ne occorrono molte altre, e non è una questione di destra o di sinistra, ma semplicemente di intelligenza.

Un altro articolo sulla manifestazione qui.

L'assessore Romeo, dopo aver cancellato la pista di via Monte Cervino ha dichiarato di voler studiare complessivamente il problema prima di muoversi. Diamogli una bella spinta!

Buona pedalata
Gimmi

domenica 20 aprile 2008

Il Canale Scolmatore di Monza


Il percorso del canale scolmatore: 170 milioni di euro che devastano il Parco e la periferia della città

Pochi sanno che nel 2004 l'Autorità di Bacino del fiume Po (competente anche sul nostro Lambro) ha realizzato una variante al PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) che riguarda Monza.

Ce ne scrive l'ottimo Pavel Romanoff su arengario.net qui.
Ne ho scritto anch'io l'anno scorso qui.

La variante prevede la costruzione di un orrendo canale scolmatore, come indicato nella mappa qui sopra. Oltre ad avere un costo stratosferico (170 milioni di euro) questo canale, delle dimensioni del Villoresi per intenderci, resterebbe sempre vuoto tranne che in occasione delle alluvioni. E deturperebbe il Parco, a partire dal Ponte delle catene. E riverserebbe le acque delle alluvioni più a Sud, causando gravissimi problemi ai comuni di Cologno Monzese, Sesto San Giovanni e Milano, che già soffrono molto in occasione delle alluvioni del Lambro.

Unico risultato di questa variante e del progetto del canale è stato quello di rendere di nuovo edificabile l'area della Cascinazza. Ma guarda un po'.
L'amministrazione Faglia presentò ricorso contro la variante, l'amministrazione Mariani l'ha subito ritirato.
Quindi il nostro esimio sindaco è d'accordo che vengano sprecati così tanti soldi pubblici per realizzare un'opera mostruosa, che reca danno ai comuni a Sud di Monza. Bella storia.

E tu cosa ne pensi?
Gimmi

sabato 19 aprile 2008

Tonino, Tonino...



Eh no, Tonino, non si fa così. I patti vanno rispettati!

E' proprio vecchia politica presentarsi agli elettori in coalizione con il Partito Democratico, dichiarando che dopo le elezioni si formerà un gruppo parlamentare unico... E poi trovare 100 scuse per non farlo.
Io penso che molti elettori ti abbiano votato proprio perchè eri a fianco del PD. Certo, per dare un segnale, per distinguersi dal PD, per spingerlo verso scelte più intransigenti, ma sempre tenendo conto della tua alleanza con il PD. Non so cosa avrebbero fatto se tu fossi andato da solo, ma quello che è successo alla Sinistra Arcobaleno dovrebbe dirti qualcosa.

L'unica attenuante è che magari vuoi trattare al meglio l'ingresso nel gruppo parlamentare. Ti diamo qualche mese: ma facci sapere che sei uomo di parola.

Ti tengo d'occhio
Gimmi

venerdì 18 aprile 2008

Cambiare o scomparire



Che botta.

Ci sono ancora, tranquilli, ma ci ho messo qualche giorno perchè mi tornasse la voglia di scrivere e per cominciare a capire qualcosa. Dopo un evento di questo genere occorre sempre attendere che si posi il polverone. Le prime considerazioni sono un po' sparse, ma spero servano per iniziare un'analisi.

Questi due maledetti anni di governo Prodi hanno causato un vero disastro: da questo dobbiamo partire, secondo me, pur con tutto il rispetto per Romano Prodi che ci ha messo tutto il suo impegno, ed è l'unico che è riuscito a battere due volte Berlusconi.
E' il progetto politico che si è per due volte dimostrato fallimentare. La prima volta durò due anni, dal 1996 al 1998, i due governi successivi (D'Alema e Amato) attutirono un po' il colpo ma poi nel 2001, comunque, si è perso.

La seconda volta, ancora, neanche due anni e questa volta senza ammortizzatori. Governo caduto dopo innumerevoli problemi, litigi, senza ottenere molto per i suoi elettori. Anzi, chiedendo sacrifici senza fare a tempo a restituire nulla, lasciano il "tesoretto" in eredità alla destra. Bel risultato. Il primo che prova ancora ad adottare la "politica dei due tempi" (prima il risanamento poi lo sviluppo) mi sentirà.

E' evidente che di fronte ad un fallimento ripetuto di questo genere è necessario ora cambiare. Cambiare tanto. Cambiare veramente.
Per fortuna che grazie al costante lavoro di tanti che hanno creduto nell'Ulivo il processo di cambiamento è già iniziato da alcuni mesi. E questo ci ha impedito di crollare del tutto, anzi, in alcuni casi si è tenuto duro. Soprattutto, si è costruita l'alternativa per il futuro.
Non è secondario aver già costruito il Partito Democratico, che ora può guardare dritto negli occhi il suo avversario, il PdL. Anche a Monza, per esempio.

E poi c'è la Lega.
Accidenti, loro sono quelli che invece non sono cambiati per nulla. Il loro simbolo è lì, sempre uguale, e questa volta sono riusciti ad attirare di nuovo il voto di protesta.
Per fortuna che hanno una dirigenza per la gran parte di baluba ;-), altrimenti al Nord avrebbero già la maggioranza relativa, come avviene per i partiti autonomisti in Catalogna o in Scozia.
Sono voti parcheggiati. Dovremo esser bravi, molto bravi per recuperarne una parte, ma non certo seguendoli sulla stessa strada, perchè l'elettore preferisce sempre l'originale alla copia.

Ed infine la sinistra.


Difficile scrivere qualcosa, massima solidarietà per i militanti (un bel po' di meno per i dirigenti) e molta preoccupazione per la scomparsa dal parlamento di una componente molto importante. Rimando a quanto scrissi in dicembre dell'anno scorso.
Cambiare o scomparire, questo comunque è il tema.

Tornando alla situazione generale, in alcuni momenti mi sembra di assistere ad un film già visto.
Un filosofo tedesco del XIX^ secolo però scrisse che la storia si ripete sempre due volte: la prima volta in tragedia, la seconda in farsa.

Speriamo!
Gimmi

domenica 13 aprile 2008

Voltiamo pagina, ce lo meritiamo



Lo so, sei ancora incerto.
Ma se continui a guardarti indietro ci credo: votare riguarda soprattutto il futuro, non solo il passato.
Allora fatti una coccola, pensa a cosa vuoi di buono per il tuo futuro ed a chi pensi possa realizzarlo. Non negarti questa occasione.

E vai a votare, mi raccomando
Gimmi

Elezioni, Giorgio Gaber



Ancora oggi, l'atmosfera è proprio quella.

sabato 12 aprile 2008

Non ci resta che votare



Questo è un articolo di servizio.

Si vota domenica 13 aprile dalle 8.00 alle 22.00 e lunedì 14 dalle 7.00 alle 15.00
Occorre ovviamente portare carta d'identità e certificato elettorale, ed è meglio lasciare il cellulare a casa, è vietato portarlo dentro la cabina elettorale.

Trovi le liste dei candidati e le informazioni ufficiali sul sito del ministero dell'Interno
http://www.politiche2008.interno.it
Su questo sito, inoltre, compariranno i risultati ufficiali delle elezioni.

Qui trovi tutte le liste dei candidati, visto che non possiamo dare una preferenza almeno si può vedere chi è in lista:

Per la Camera Lombardia 1 (la nostra circoscrizione):
http://www.politiche2008.interno.it/politiche/liste2008/Cliste03.htm

Per il senato Lombardia:
http://www.politiche2008.interno.it/politiche/liste2008/Sliste03.htm

Puoi dare una ripassata al programma del Partito democratico qui.

Il voto è piuttosto semplice, perchè ci sono solo due schede (almeno da noi a Monza) ed è necessario mettere un solo segno su di ogni scheda.
Le polemiche sollevate dai soliti che vogliono alzare polveroni, per distrarre l'attenzione da argomenti più seri, non mi sembrano granchè giustificate. In ogni caso qui sotto i fac-simile delle schede e le istruzioni per non sbagliare.


La scheda della Camera in Lombardia


La scheda del Senato in Lombardia


Le istruzioni per non sbagliare: il segno deve essere su di un simbolo solo, anche se il Partito Democratico e l'Italia dei Valori di Di Pietro corrono insieme

Non ci resta che votare!
Gimmi

Anche lui ci mette la faccia!


Dario Fo

Non me lo aspettavo.
Lo facevo più a sinistra, invece anche lui ha scelto di appoggiare Veltroni!
Abbiamo una carta sola, la dobbiamo giocare giusta...
Le sue ragioni in un filmato sul sito di Micromega.
(grazie Arengario per la segnalazione)

Buon voto
Gimmi

venerdì 11 aprile 2008

E poi dicono che sono tutti uguali


Dell'Utri, tra i fondatori di Forza Italia e candidato al Senato anche in Lombardia.

Ieri sera nel cortile di casa ho incontrato una anziana signora che conosco bene, che mi ha chiesto se valeva la pena di andare a votare, "perchè tanto sono tutti uguali".
Eh, no, le ho detto, non è vero. Non è proprio vero.

Scusa, da una parte c'è un signore che ha appena affermato che il signor Vittorio Mangano, condannato all'ergastolo per mafia è un'eroe perchè non ha parlato.
Mi sembra un messaggio molto chiaro.

Ed ha affermato pubblicamente anche che:
...I libri di storia, ancora oggi condizionati dalla retorica della resistenza, saranno revisionati, se dovessimo vincere le elezioni.

Anche questo è un messaggio molto chiaro.
Non mi risulta alcuna smentita, nè da parte del suo capo né da parte di alcuno del PdL e dei suoi alleati.

Questo stesso signore, del resto, è condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, tentata estorsione, false fatture e frode fiscale. Ed è candidato in Lombardia al Senato in posizione sicura.
E sembra che si stia dando ancora da fare: leggi qui.
Grazie al Porcellum, se voti il PdL lo eleggi.
Anche tu, anche se non vorresti.

Dall'altra parte c'è uno che dice
"Noi dobbiamo annientare tutte le mafie".
E che dice Mafiosi non votateci...

...Perché il PD distruggerà quei poteri che impediscono lo sviluppo del Mezzogiorno, schiaccerà la ‘ndrangheta che è una sanguisuga e la mafia e la camorra.

Ed anche questo mi sembra molto chiaro.
Certo, non basta dirlo. Ma dalla sua parte (ed anche nella Sinistra Arcobaleno, naturalmente) c'è un sacco di gente che si è data da fare, sempre, contro le mafie. E c'è gente che lavora per attuare la Costituzione, difendere i valori della resistenza e dell'antifascismo, della tolleranza e della convivenza civile.

E no, cara la mia signora, non siamo tutti uguali.
Ma io lo so che lei andrà a votare. E bene.
Gimmi

giovedì 10 aprile 2008

Ci avevo azzeccato!


Allora è proprio dei nostri...

Già in marzo avevo pubblicato questa immagine, dopo le dichiarazioni di Giorg a favore di Obama e di Uòlter.

Stasera, al TG1 per caso ho visto l'incontro tra i due (Giorg e Uòlter, Obama purtroppo ha il suo da fare negli USA). In un bar di Milano, qui vicino a noi, si sono incontrati, hanno preso un caffè insieme e si sono scambiati idee sulla grave situazione in Darfur (Sudan), che Giorg segue da tempo, prima del comizio finale di Uòlter.



A me fa piacere, Beatrice è entusiasta.
Non tanto per il divo di Hollywood, ovviamente, ma per la persona intelligente, che arrivata da un paese straniero ha scelto l'Italia per la sua bellezza ed ha capito bene chi può conservare e far crescere questa bellezza.
Bellezza che è il nostro ambiente e la nostra principale risorsa per il futuro.
Bellezza rovinata dai numerosi condoni di quegli altri, che ora non sanno pensare meglio che ricominciare a costruire centrali nucleari.

Il comizio di Uòlter ha visto, nonostante la pioggia battente, 100.000 in piazza Duomo a Milano (a Milano, patria della destra!) mentre a Roma, al Colosseo il signor B. ne raccoglie non più di 30.000.

I segnali quindi sono buoni: dai che ce la facciamo!

Venceremos
Gimmi

mercoledì 9 aprile 2008

domenica 6 aprile 2008

Ragionando nel Parco del Parco


E' arrivata la primavera. Riunione all'aperto, sotto l'albero.

Ieri ho partecipato all'incontro organizzato dal Comitato per il Parco "Antonio Cederna" presso la Biblioteca del Parco per raccogliere le idee dopo la presentazione del ricorso e degli esposti contro la sconcertante concessione alla SIAS per la gestione dell'Autodromo (19 anni 19!).



Ora è necessario passare dalla difesa all'attacco.

Per questo motivo già nel comunicato del 28 marzo, che puoi leggere qui, si è annunciata una campagna di iniziative chiamata “Parco di Monza, Parco d’Europa” per richiamare l'attenzione sull’importanza di questo nostro bene storico, paesaggistico e naturalistico che, fra i parchi storici d’Europa, è ancora troppo poco conosciuto.
Da qui il nome stesso della campagna che si articolerà in una serie di iniziative sino ed oltre il Gran Premio e nell’attivazione di un sito web dedicato.



Stiamo raccogliendo le forze, se vuoi partecipare batti un colpo
Gimmi

Noi dobbiamo annientare tutte le mafie

Ieri, da Caserta, su Democratica TV







Queste cose l'altro NON le dice.
Mai.
Gimmi

sabato 5 aprile 2008

L'ambientalismo del fare a Monza



Lunedì 7 Aprile ore 18
Monza, Arengario, Piazza Roma

L'AMBIENTALISMO DEL FARE

Con:
Ermete Realacci (direzione nazionale PD)
Giuseppe Civati (candidato PD alla camera Lombardia)

Ti aspetto
Gimmi

venerdì 4 aprile 2008

Un uomo, una missione


L'assessore al Territorio di Monza, Paolo Romani (deputato FI, candidato PdL)

Sembra che il nostro ineffabile Assessore all'Urbanistica ogni tanto si faccia vivo. Ma temo che non abbia ancora letto la lettera aperta che gli scrissi l'anno scorso.

A questo riguardo, ricevo e volentieri pubblico un comunicato stampa della Lista Civica Faglia.

La Cascinazza è sempre in primo piano
Gimmi



ROMANI L’IMMOBILIARISTA

L’On. Paolo Romani, assessore all’urbanistica del Comune di Monza, con l’intervista su Libero del 1 aprile 2008 non ha perso l’occasione per ricordarci la sua vera “missione”: costruire sull’area della Cascinazza a Monza. L’immobiliarista Romani, invece di sostenere l’interesse pubblico ed attuare il Piano di Governo del Territorio recentemente approvato dal Consiglio Comunale, esprime apertamente e in modo arrogante la sua volontà di favorire alcuni interessi privati.

Afferma il Sig. Romani : “Ora che Milano ospiterà l’Expo, per la nostra città (intende Monza come sua città?!!.) sarà una grande opportunità avere la Cascinazza come area in cui costruire alberghi e infrastrutture per la manifestazione mondiale”. Ma come mai, come può essere, se sull’area non si può costruire. Forse che l’assessore sa qualcosa che noi non sappiamo? Forse che il suo “lavoro” non è ancora finito ?

Noi monzesi chiediamo altro:
  • che venga rimosso un’assessore così sfacciatamente colluso con interessi privati;
  • che venga rispettato il PGT che preserva a verde agricolo l’area della Cascinazza;
  • che venga colta l’opportunità dell’Expo 2015 per dotare Monza e la Brianza delle infrastrutture per la mobilità attese da decenni: Metropolitane, la Pedemontana, restauro della Villa Reale e costruzione della nuova Fiera.
Indispensabile vigilare attentamente sulle decisioni che saranno prese nel prossimo futuro, cosa non così facile, dato che spesso ciò che riguarda Monza non viene deciso nei luoghi competenti e secondo modalità corrette e trasparenti, ma in maniera strana e repentina.
Mai avevamo assistito a questi comportamenti al Comune di Monza, mai nelle precedenti amministrazioni di centro destra e di centro sinistra . Sappiamo che tante persone che hanno dato il voto a questa maggioranza non sono contente di questo modo di agire: un conto è avere idee politiche diverse, un altro è dimenticare l’interesse dei cittadini , comportarsi secondo regole che non appartengono a chi ha sempre agito nel rispetto della legalità.

Città persone
Lista Civica Faglia

giovedì 3 aprile 2008

Si può fare 2008



E' un continuo nascere di nuove iniziative!

Ho appena scoperto questo filmato. Bello.
Vedi www.sipuofare2008.net
E mentre un sacco di gente si sta dando da fare su Internet, e trasmette idee, messaggi, speranza, il signor B. qui confessa candidamente di non conoscere Internet.

Sarà meglio che ce lo lasciamo indietro
Gimmi