sabato 31 maggio 2008

Che ne sarà di noi nel 2015



Dopo la breve ma interessante collaborazione con Monza la città, (trovi i link agli articoli nella colonna di destra) partecipo con entusiasmo a Vorrei (la rivista che).
Il mio primo articolo affronta due possibili scenari in vista dell'Expo che si terrà a Milano e dintorni nel 2015. Lo puoi leggere qui.

Tieni d'occhio il sito della rivista, www.vorrei.org, sono in arrivo molte belle novità.

Buona lettura
Gimmi

domenica 25 maggio 2008

Nazisti


Ci sono, eccome.

Stanno sostituendo i "vecchi" fascisti e se la prendono con extracomunitari, militanti di sinistra o gente che ha solo la sfortuna di incrociare la loro strada, come a Verona.
Si organizzano anche nelle formazioni di tifosi di calcio e godono della copertura di piccoli gruppi di estrema destra. E quello che è peggio, agiscono indisturbati, quelli che puoi leggere qui e qui sono solo gli ultimi episodi. Puoi leggere il triste elenco dei 262 episodi che vanno da gennaio 2005 ad aprile 2008 compilato da ECN Isole nella rete, o ascoltare l'ottima inchiesta di Radio Popolare sull'internazionale nera.

E non credere che stiano solo a Roma e Verona. Ricordo bene, poche settimane fa, di aver incrociato in pieno centro di Monza un banchetto presidiato da ragazzi con la testa rasata che mi hanno consegnato un volantino demenziale che proponeva cose molto brutte per tutti gli extracomunitari. Davanti a questi fatti, è ancora più grave quello che è avvenuto il 4 novembre scorso. A Monza.

Vorrei che ci pensassero.
Gimmi

venerdì 23 maggio 2008

Centrali nucleari

Ora che hanno vinto loro, come promesso, vogliono costruire tante belle nuove centrali nucleari.

Mi vengono in mente un sacco di cose.
Dal fatto che negli Stati Uniti non vengono ordinate nuove centrali nucleari dal 1978, alla considerazione l'uranio è una risorsa finita, come il petrolio, e perdipiù con il nucleare non si sostituisce, se non in minima parte, il petrolio ora costosissimo (prova a farci andare la tua auto, con il nucleare), fino alla evidente difficoltà di smaltimento di scorie che restano radioattive per millenni.

Ma per ora ascoltiamo Carlo Rubbia
Gimmi

giovedì 22 maggio 2008

Puzza a S. Rocco!



Dopo i rifiuti di Napoli, Testa di Asfalto si occupa della puzza di S. Rocco.

Vorrei è anche satira: leggi Occupato!

Gimmi

mercoledì 21 maggio 2008

E' importante capire il perchè


Il Partito Democratico invita a fornire commenti e domande sul tema delle ultime elezioni inviandole a pdmonza@alice.it.
Domande e commenti verranno recapitati ai relatori della serata.

Ci vediamo lì
Gimmi

martedì 20 maggio 2008

PGT: interviene Michele Faglia



Michele Faglia interviene sulle provocazioni dell'assessore all'urbanistica, nonché onorevole, nonché sottosegretario Paolo Romani, con un documento molto interessante, che mette a confronto le proposte del Piano di Governo del Territorio vigente a Monza con le fantasiose proposte comparse su di un giornale locale.

Puoi scaricare qui il documento.
puoi visitare il sito della Lista Civica Faglia Città Persone qui.

Intanto la Giunta Mariani ha fermato il Piano Particolareggiato di riqualificazione dell'area dismessa ex Pastori Casanova (tra via Dante e viaGrossi), che tra l'altro prevede la costruzione della nuova Pinacoteca.
Alfredo Viganò con una interpellanza in Consiglio Comunale si chiede perchè.

Si tratta del futuro della nostra città.
In che mani è finito?
Gimmi

lunedì 19 maggio 2008

Vorrei è online!



www.vorrei.org


Il tuo affezionatissimo ha pubblicato nella sezione dedicata all'ambiente il suo primo articolo: che ne sarà di noi nel 2015.

Buona lettura
Gimmi

domenica 18 maggio 2008

In bici sotto la pioggia



Ricevo dall'Associazione Monzainbici e volentieri pubblico:

Manifestazione raddrizzata e riuscitissima.

La pioggia non è riuscita a tenere in casa i ciclisti di Monza. Nonostante il diluvio delle 9.00 alle 10.00 in punto una cinquantina di ciclisti si sono presentati al presidio di via Cervino/Monte Bianco. Durante il presidio è stata letta la lettera consegnata più tardi all’assessore Romeo, presente anche l’assessore Maffè.

E’ intervenuto anche l’ex assessore alla mobilità Paolo Confalonieri che ha assecondato la richiesta di Monzainbici di allargare i marciapiedi per creare uno spazio condiviso da pedoni e ciclisti, ci sono i presupposti tecnici.

Presenti anche le associazioni che hanno aderito all’iniziativa. Alcuni cittadini, oltre a criticare l’eliminazione della pista ciclabile, hanno fatto presente che il manto stadale sia della passerella sulla ferrovia, che via Cortelonga, che via Sempione, sono in condizioni pessime e pericolose.

Il gruppo in bicicletta ha poi percorso un paio di volte (sempre sotto la pioggia) le vie Cervino e Monte Bianco per poi recarsi in centro e incontrare l’assessore Romeo e Maffè.

Sulla questione della pista ciclabile troppo frettolosamente tolta sette mesi fa, L’assessore Romeo ha dichiarato che dopo il termine dei lavori di ANAS (deviazione del collettore fognario di viale Lombardia) giugno 2009, ANAS stessa dovrà finanziare il ripristino in superficie delle vie e presentare un progetto per la nuova pista ciclabile ascoltando anche i tecnici del Comune. Anche Monzainbici vorrebbe essere ascoltata per dare un parere specialistico, dal momento che ha esperienza diretta sul campo tutti i giorni.

Ci è stato promesso il nostro coinvolgimento.

Ma noi abbiamo chiesto che per quella data sia pronto il progetto della nuova pista ciclabile in modo da non perdere tempo ulteriore per la sua realizzazione.

Per quanto riguarda la nostra proposta presentata in dicembre, l’assessore ci ha detto che ha incaricato l’architetto Gelmini di studiare un piano di cucitura delle ciclabili esistenti, secondo le nostre indicazioni, che andrà a costituire la rete ciclabile cittadina tutta collegata che garantirà sicurezza ai cittadini che decideranno di scegliere la bicicletta come mezzo principale di trasporto.

Questo piano andrà inserito nel più generale piano urbano del traffico come piano della mobilità ciclistica. Non si è parlato di tempi purtroppo. Quindi aspettiamo fiduciosi, ma per quanto tempo?

Oltre alle associazioni che hanno aderito quali: Legambiente Monza, WWF, Italia Nostra, Comitato per il Parco, Equibici FIAB di Lissone, Arcoreciclabile FIAB di Arcore, segnaliamo le adesioni di oggi con un comunicato consegnatoci durante la manifestazione : “le associazioni Cittadinanza attiva, Confconsumatori e Movimento difesa del cittadino, si uniscono a Monzainbici per richiedere all’amministrazione comunale di Monza il ripristino delle piste ciclabili di via Monte Cervino e Monte Bianco. La richiesta va nella direzione di molte città del mondo che in questo modo, cioè con la bicicletta, danno un contributo alla lotta all’inquinamento ed al risparmio energetico”.

Cordiali saluti.

Massimo Benetti - presidente MONZAinBICI-FIAB

info@monzainbici.it
www.monzainbici.it



Un altro articolo sulla manifestazione qui.
Gimmi

sabato 17 maggio 2008

martedì 13 maggio 2008

sabato 10 maggio 2008

Cemento e fantasia


Una delle tavole di azzonamento del nuovo Piano Generale del Territorio (PGT) di Monza

Il nostro baldo Pavel Romanoff ha completato la sua storia dell'urbanistica monzese, pubblicando la decima puntata sul sito di Arengario. Naturalmente ne consiglio vivamente la lettura, perchè pone le basi di quello che avverrà a Monza nei prossimi mesi.

Infatti qualche giorno fa sui giornali sono comparse alcune anticipazioni sulla variante al PGT che è già in preparazione, a cura dell'assessore all'Urbanistica, che però sembra in procinto di partire per Roma dove probabilmente diventerà sottosegretario del nuovo governo. Anticipazioni fantasiose, che mi sembrano rivolte ad alzare un grande polverone: piste da sci coperte (a pochi chilometri dalle piste vere...) monorotaie inutili sul Villoresi, di nuovo l'ippodromo nel Parco (e questa non è fantasiosa ma grave). Anticipazioni di cui nè la Commissione Urbanistica nè il Consiglio Comunale sono informati. Politica spettacolo.

Quello che conta però sono le famose 24 osservazioni "privilegiate", respinte formalmente il 30 novembre 2007 per approvare il nuovo PGT, ma prese in carico dalla maggioranza di centrodestra. Bene, sembra che tutte queste 24 osservazioni vengano in sostanza accettate, lasciando quindi ai privati le scelte più importanti per il futuro della città. Ed ecco spuntare, per soddisfare tutti gli appetiti, ben cinque grattacieli. Ed ecco che l'Expo 2015 diventa l'ariete per sfondare tutte le obiezioni. Siamo alle solite.

Fortunatamente la procedura per approvare una variante al PGT prevede diversi passaggi pubblici. Staremo a vedere cosa effettivamente verrà presentato alla discussone in Consiglio Comunale: quel che è certo è che a Monza occorre valorizzare le risorse ambientali (il Parco! la Villa Reale!), occorre migliorare la qualità della vita, occorrono infrastrutture progettate seriamente. Se la maggioranza di centrodestra offrirà cemento e fantasia ne vedremo delle belle.

Caro assessore, ne approfitti, se ne vada a Roma...

Buon viaggio
Gimmi