martedì 23 marzo 2010

Un programma per la Lombardia


Mi sono piaciute molto le cartoline di Pippo. E messe una dietro l'altra fanno la loro porca figura. :-)
Un vero programma in immagini per la Lombardia!

In Lombardia si consumano l'equivalente di 10 campi di calcio ogni giorno per nuove costruzioni. E' necessario fermare il consumo di suolo: di questo sono convinto  da molti anni.


Questo della mafia, qui in Lombardia, in Brianza è un tema di grande importanza. In vista di Expo 2015 una commissione di vigilanza ci sta proprio bene. E soprattutto tenere tutti gli occhi bene aperti


Ironia della sorte, è proprio di poco fa la notizia dell'arresto in Puglia di Frisullo, uno dei nostri purtroppo, per una vicenda di sanità. Facciamo le primarie, davvero, non i primari.


Questa piace molto a Beatrice. Lei pendola con l'S9 da Lissone a Milano Porta Romana, e racconta storie da terzo mondo. E' ora di finirla.

Noi siamo fatti per l'80% di acqua. Se ce la privatizzano, il prossimo passo sarà l'aria! A Monza, del resto, la qualità dell'acqua è già ottima, perché diavolo dovremmo darla ai privati?

Voglio proprio vedere la faccia di Formigoni quando dovrà mandar giù una o due centrali nucleari nella nostra regione. Se vince.

La peppola è bellissima. Ve la sentireste di sparargli addosso? Quelli di Formigoni sì, ed hanno votato una legge apposta.

Banda larga, Wi-Fi, fibra ottica, software Open Source... 
Sono strumenti importanti, per la crescita tecnologica ed economica di una regione che si vanta di essere tra le più avanzate, ma che non sta facendo molto per restarlo.

Il fine NON giustifica i mezzi
Una campagna elettorale sobria, low cost è importante tanto quanto i messaggi che trasmette.

Senza parole

Maggiori informazioni, naturalmente, sul Blog di Pippo.
Trovi un bell'articolo appena uscito anche sulla Rivista che Vorrei
Il programma del candidato presidente del centrosinistra Filippo Penati lo trovi qui

Vai a votare e vota bene!
Gimmi

domenica 21 marzo 2010

sabato 20 marzo 2010

A proposito di Lambro


Trovo che ci sia qualcosa che non va nell'informazione a livello regionale.

E' passato un mese, l'emergenza Lambro è stata dichiarata conclusa, nessuno ne parla più.
Eppure ci sono stati gravi ritardi negli intervento. E le rive del fiume non si sono ripulite da sole. E le indagini in corso spero potranno portare ad importanti (e preoccupanti) risultati.
Per fortuna, si è costituito il Comitato Cittadini del Fìume.

Il motivo secondo me è che ci sono le elezioni, perbacco, vietato disturbare il manovratore.
Come è vietato ricordarsi di un assessore regionale che prendeva tangenti. Eppure, fino a pochi mesi fa era al fianco del celeste Formigoni.

Tornando a noi ed al Lambro, vale la pena di leggere l'ottima ricostruzione di Massimo Soldarini, girata per email e finalmente pubblicata, naturalmente, dalla Rivista che Vorrei.

PS: scopro ora su Facebook che giovedì 25 marzo a Monza vi sarà un incontro pubblico proprio sulla questione del Lambro. Leggi qui i dettagli.

Parliamone
Gimmi

mercoledì 17 marzo 2010

Mafia in Italia ed in Brianza



Immagini dall'incontro: Criminalità organizzata in Italia e in Brianza: strumenti di lotta e sfida della legalità

Giuseppe Lumia, Senatore della Repubblica e componente della Commissione Parlamentare Antimafia. Giuseppe Civati, Consigliere regionale PD Lombardia.

Basta pensare a quello che è successo al nostro povero Lambro, per rendersi conto che non possiamo stare a guardare.

Il primo Giuseppe è Senatore della Repubblica.

Il secondo Giuseppe, per gli amici Pippo, è Consigliere Regionale in Lombardia. Domenica 28 lo possiamo votare: penso valga veramente la pena di farlo.
Gimmi

sabato 6 marzo 2010

No al condono elettorale


Ma tu te lo immagini come si deve sentire un cittadino onesto, che paga le tasse, rispetta le regole, e che appena sbaglia qualcosa ne paga le conseguenze, di fronte a questi cialtroni?
Non hanno nemmeno chiesto scusa, prima di tutto ai loro elettori.
Perché naturalmente è tutta colpa dei comunisti.

PS: anche Monza si mobilita: domenica 7 marzo dalle 17.00, presidio in Piazza Roma - Arengario di Monza, organizzato dal PD di Monza e Brianza

PPS: secondo me Napolitano ha evitato guai molto peggiori. Sapendo bene che ne sarebbe andata di mezzo la sua immagine: e questo rende il suo comportamento ancora più apprezzabile. La responsabilità politica di questo decreto è e resta del governo e di Berlusconi, Ricordiamocelo.

Gimmi